My Photo
Name:
Location: Borgosesia, Vercelli, Italy

Thursday, June 21, 2007

Verso una normalizzazione della grafia

Quanto spesso capita di trovarsi sotto mano dei testi anche scritti bene dal punto di vista della correttezza linguistica, ma completamente trascurati sotto il profilo grafico-tipografico? La mia opinione è che parte non trascurabile della lingua scritta stia anche nella cura della grafia. L'italiano ha, oltre a norme grammaticali e sintattiche ben conosciute (si spera!) e che qui possiamo presupporre, anche norme grafiche secondo me necessarie per la corretta stesura di un testo scritto.
C'è, ovviamente, il problema costituito dal fatto che su alcuni aspetti non tutti la pensano allo stesso modo; ma sulle linee guida principali credo di poter asserire che c'è accordo. Pertanto, occorrerebbe portarle a conoscenza di tutti coloro che adoperano carta e penna, macchina da scrivere o computer, di modo che almeno la parte più sensibile di dette problematiche possa di gran lunga attenuarsi.
La comunicazione è anche questo: presentare un testo leggibile e consono alla grammatica, ma anche graficamente corretto. Tutto lavoro in meno per chi dovrà leggere ed eventualmente correggere, se il testo deve essere pubblicato; e grande vantaggio anche per l'estensore, che avrà interiorizzato una miglior tipografia che, anche esteticamente, migliorerà di molto la sua produzione.
Dove reperire siffatte norme condivise? Fortunatamente, qualcuno ha già fatto il lavoro. Questo documento, predisposto (in maniera tipograficamente assai valida!) dall'editore Olschki, elenca una serie di suggerimenti e convenzioni tipografiche. Le trovo in massima parte molto condivisibili. Ve ne elenco qualcuna degna di particolare attenzione, perché spesso noto errori proprio a loro proposito.

1) Spaziature. Importantissimo: tra un segno d'interpunzione e la parola che lo precede non si pone nessuno spazio. Dopo il segno invece uno spazio, tranne che nei seguenti casi: virgola o punto che separa le cifre decimali o delle migliaia. Io avrei dei dubbi sul caso citato da Olschki riguardante le doppie iniziali di nome proprio: preferirei sempre scrivere "G. B. Vico" anziché "G.B. Vico". Sulle abbreviazioni (N.B. oppure N. B.) proprio non saprei esprimermi.
Altra notazione importante: prima della parentesi/virgoletta aperta uno spazio dalla parola che precede, dopo no; dopo la parentesi/virgoletta chiusa uno spazio dalla parola che segue, prima no. In parole povere: testo1 "testo2" testo2. Va da sé che laddove dopo la virgoletta/parentesi di chiusura ci va un segno d'interpunzione, nessuno spazio tra di essa e il punto, virgola, due punti eccetera.

2) Uso delle virgolette. Si distingue in tipografia italiana tra caporali (« » e si usano per le citazioni dirette nel testo o per le citazioni di RIVISTE in nota), apici (generalmente per evidenziare singole parole nel testo), apici doppi (come secondo ordine di virgolette all'interno dei caporali o nei casi di utilizzo non specifico delle virgolette stesse).

3) Maiuscole. Oltre, ovviamente, ai nomi propri, vanno in maiuscolo le iniziali di associazioni e partiti (Rifondazione Comunista, Alleanza Nazionale...) i nomi propri dei reparti militari, degli ordini nobiliari e simili (la brigata Folgore...), i nomi delle istituzioni e dei loro organi (Comune, Provincia, Consiglio dei Ministri, Senato...) ma non gli eventuali aggettivi (es.: Consiglio comunale), e si tenga presente inoltre che la maiuscola può essere evitata allorché il nome dell'organo è seguito dal nome proprio del titolare (es.: sindaco Rutelli). Devo però segnalare che sull'argomento maiuscole/minuscole c'è molta disparità di vedute. Olschki permette per esempio che si scriva "presidente del senato", ma almeno la S maiuscola a mio avviso ci va.

4) Accentazione. Avevo fatto tempo fa un post dedicato alla corretta accentazione italiana. Leggete quello e anche il paragrafo relativo agli accenti dal documento che vi ho passato: ci sono molti esempi pratici.

5) Cifre. Qui mi sembra che si possa essere d'accordo con il testo che ho linkato. Numeri in cifre quando sono dati precisi, in lettere quando indicano cifre approssimate; punto per le migliaia, virgola per i decimali; numero di anno senza nessun punto, mese con la minuscola.

6) Tagli di citazioni. Sarei abbastanza tranquillo nell'indicarvi come da tutti accettato l'uso di [...] (parentesi quadre e puntini di sospensione) per indicare che una citazione non è intera ma è stato operato un taglio. Naturalmente, il taglio non deve inficiare il senso originario della frase... ;)

7) Abbreviazioni. La lista indicata nel documento è abbastanza esaustiva delle più comuni. Ricordo solamente: app. = appendice; art. (artt.) = articolo (-i); cfr. = confronta; cit. (citt.) = citato (-i); cod. = codice; col. = colonna; n. (nn.) = numero (-i); op. = opera; sez. = sezione; sec. = secolo; sg. (sgg.) = seguente (-i); tab. = tabella; tav. = tavola; trad. = traduzione; vol. (voll.) = volume (-i), fig. (figg.) = figura (-e).
PARTICOLARE ATTENZIONE ai seguenti, perché spesso si sbagliano! a) La pagina si indica con p. (plurale pp.), non con cose tipo pag., pagg. o altro! b) dal latino vengono abbreviazioni utilissime per la chiarezza delle note, come ibid. (o, per esteso, ibidem), ivi e passim, che vanno scritte in corsivo, mentre "op. cit." (opera citata) la scriverei in caratteri dritti perché proveniente dall'italiano; c) le unità di misura NON SONO PUNTATE (quindi: cm, km, m, kg, dl...); d) "nota" va scritto sempre per esteso, non si può abbreviare.

In coda al documento, leggete anche i segni convenzionali per la correzione delle bozze: tornano utili molto più spesso di quanto non si possa immaginare! ;)

3 Comments:

Blogger guccia said...

Per me sei meglio della garzantina!

June 22, 2007 11:32 am  
Blogger fiorella said...

Oh no! Houston we have a problem.

June 22, 2007 2:43 pm  
Anonymous Anonymous said...

lo' domani mi metto qui, con un blocco di marmo e ti faccio una statua.

-_-' ora sono stremata dalle parole di verifica, quindi dopo questo commento mi fiondo... a letto...

ciau ciau

July 15, 2007 12:12 am  

Post a Comment

<< Home