My Photo
Name:
Location: Borgosesia, Vercelli, Italy

Monday, January 09, 2006

Effetti collaterali

PALERMO: VIOLENZE SESSUALI SU FIGLIA, NIENTE CONDANNA REATO PRESCRITTO
APPLICATA DAL TRIBUNALE LA EX CIRIELLI APPROVATA DI RECENTE

Palermo, 9 gen. - (Adnkronos) - Sono passati tredici anni dalle violenze sessuali a cui avrebbe sottoposto per mesi la figlia di appena dieci anni, ecco perche' il reato e' stato prescritto, proprio come prevede la legge ex Cirielli approvata di recente dal Parlamento. Niente condanna, quindi, per un padre 43enne di Palermo per il quale questa mattina i giudici della seconda sezione penale del Tribunale hanno dichiarato prescritto il reato. Le violenze sessuali e gli atti di libidine risalirebbero, secondo l'accusa agli anni '92 -'93, ecco perche' il reato e' ormai prescritto.

Eh già... la legge è uguale per tutti... non solo per i rei di falso in bilancio (reato già grave di per sé).
Non vorrei essere caustico a tutti i costi, ma se la notizia non viene smentita, e cioè l'assoluzione è avvenuta in merito alla legge ex Cirielli, c'è forse da pensare che qualcosa non sta funzionando. Ma non tanto per quanto riguarda la magistratura, pur con tutte le problematiche che ad essa possono essere riferite, ma per chi le detta legge. E, nella fattispecie, basta leggere il testo per capire a che cosa si sta di fronte. Scorrete con attenzione l'art. 6 e capirete abbastanza agevolmente.
Anche ammesso che la legge non sia stata fatta per salvare Previti & C. (lo dico perché poi sembra sempre di essere faziosi), come mai può essere che personaggi come il sopracitato signore quarantatreenne con un reato particolarmente infamante venga mandato libero in nome della legge stessa?
Quantomeno, è un caso curioso.

1 Comments:

Anonymous principe said...

Un giorno cambieranno anche il Vangelo (che in quanto opera letteraria va preservata dalle alterazioni): chi non ha condonato scagli la prima pietra.

January 09, 2006 8:20 pm  

Post a Comment

<< Home